domenica 22 novembre 2015

LA BELLA ROCCHETTA MATTEI…e le domande dei “curiosoni"



La bella e ripristinata Rocchetta Mattei vola verso i 20.000 visitatori in pochi mesi, richiamati dal ritrovato fascino della struttura.


E dobbiamo tutti essere felici per questa grande opportunità.

In questo clima di emozione nel vedere finalmente tanta gente affollare un’attrattiva che simbolicamente ci appartiene, abbiamo chiesto in settembre maggior informazioni all'Amministrazione comunale sulla gestione di tanta grazia. 


Lo abbiamo fatto con una semplice richiesta inviata per email, evitando volutamente documenti di sapore più “ufficiale”.



Siamo pur sempre una comunità.



Abbiamo chiesto: 

  • Quanto costa la locazione dei locali, accordo che a leggere la delibera 80 pare essere stato contratto da Proloco di Riola con la fondazione.
  • Quanto era, allora, entrato in cassa. 
  • Da quale soggetto vengono gestiti gli introiti. 
  • Come verranno investiti gli introiti.
  • Dando per scontato l’intento progettuale di un amministrazione nel vedere un ampio afflusso di turisti, abbiamo chiesto se vi fossero progetti già definiti per l’area , o se fosse a tal fine in corso un confronto costruttivo con le attività di accoglienza turistica, o ad essa connesse, situate nelle vicinanze.
La risposta pervenutaci, dopo diverse sollecitazioni, è la lettera che alleghiamo, indirizzata dal sindaco alla fondazione Carisbo, con molti dovuti ringraziamenti, scambi di cortesie, e i dati aggiornati degli ingressi, nient’altro.

Ah, no, scusate, si dice anche che gli utili verranno reinvestiti per rendere la struttura più “fruibile” (???)

Ma investiti da chi? e come?

Cos’é il “Comitato di gestione del castello”? da chi è composto?

E già , siamo proprio dei "curiosoni", ma vedete, non vorremmo che questa importante occasione si risolvesse in una puntuale e scrupolosa “mungitura della vacca da latte”, finché ne da..

E vogliamo invece che sia il sasso nello stagno, che propaga un movimento delicato e inarrestabile su tutto lo specchio d’acqua.

Un punto di inizio per una orgogliosa rinascita di queste montagne, cui debbono poter partecipare tutti i cittadini, con trasparenza e condivisone dei progetti.

Siamo certi che a breve ci verrà comunicato che l’esperienza, a termine in dicembre 2015, verrà prolungata , probabilmente con un sempre maggiore coinvolgimento nella gestione dell’amministrazione di Grizzana ( pro loco ?), e un ampliamento degli utilizzi dei locali. 

Evviva !!!

Per questo però diviene sempre più importante la trasparenza sui dati di gestione, che devono essere spontaneamente offerti in chiarezza e semplicità ai cittadini.

E poi, non sarebbe bello se gli introiti venissero reinvestiti in qualcosa che SERVA davvero ai cittadini?

Qualcosa che migliori la loro vita e la renda migliore? ( e non parliamo delle fioriere che completeranno, pare, l’arredo della piazza..).

Attendiamo fiduciosi!


[ Sara Boselli ]
portavoce M5S Grizzana Morandi







Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget