giovedì 3 dicembre 2015

NUOVA ORGANIZZAZIONE SERVIZI DI EMERGENZA

Riportiamo di seguito un breve resoconto fatto da Sara Boselli ( portavoce del M5S a Grizzana Morandi ed in seno all'Unione ) della presentazione del nuovo piano riguardante i servizi di emergenza.

"
Stasera la presentazione in unione dei comuni del nuovo piano di emergenza 118 per la ns zona.
Le novità a dire il vero riguardano soprattutto Gaggio Montano, Castel d’Aiano e Lizzano.
Mastacchi, si è presentato con l’aria serena di chi porta una buona novella. Ma i colleghi sindaci e amministratori dei comuni sopracitati hanno decisamente raffreddato i suoi entusiasmi.
In realtà parliamo di quello che obiettivamente è un miglioramento globale del servizio di prima emergenza, aggiungendo di fatto un equipaggio per la zona dei 3 comuni citati.
Questo però richiederà una maggiore flessibilità ai gruppi di volontariato in servizio su Lizzano e Castel d’Aiano, richiesta che è stata criticata dai relativi amministratori, come penalizzante per i volontari.
Crediamo ne valga la pena… rinunciare alle vecchie abitudini per migliorare il servizio di emergenza.
Quando c’è da indignarsi, ci s’indigni! ma quando c’è un miglioramento…usciamo col sorriso e teniamo l’energia per le battaglie vere.
Questa la nostra opinione.
Devo dire che mi ha colpito l’atteggiamento dei sindaci di fronte ai responsabili del settore emergenza del servizio sanitario nazionale.
Franchi ( Marzabotto) per esempio, chiede rassicurazioni sul mantenimento dell’auto medica a Lama di Setta, che è in dismissione come gestione autostrade e deve passare a gestione ASL da gennaio (ndr.: è dal Giugno 2014 con una Interrogazione e poi con una Interpellanza del Novembre 2014 che il M5S di Marzabotto chiede il mantenimento e sollecita il Sindaco ). Gordini ( direttore del dipartimento di emergenza di BO ) lo rassicura in tal senso.
Colpisce che un sindaco, responsabile della salute pubblica, navighi a vista, o abbia comunque bisogno di rassicurazioni, su un servizio del proprio territorio, e parliamo di uno due mesi. 
Proprio come quando in consiglio noi chiediamo spiegazioni ( a loro..) su un dato del bilancio, o altra disposizione, e ci viene risposto con un misto di ovvietà e magnanimità..come se la risposta fosse ovvia e naturale ( e noi pischelli che cerchiamo di capire..). Embè, come ci si sente??

Comunque, alla fine, i responsabili dell’emergenza lì convenuti hanno, rassicurato i due sindaci dubbiosi sui nuovi cambiamenti..
"
Ci allarma sentire e risentire  le "solite" rassicurazioni che sanno tanto del solito " scaricabarile " .
Ma gli Amministratori sono coscienti che i Cittadini sono vicini al limite di sopportazione se non addirittura prossimi a valicarlo ?

Probabilmente NO !


Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget